ss_blog_claim=a290fbfb2dabf576491bbfbeda3c15bc

Thursday, September 20, 2007

Castigat mores ridendo

"Castigat Mores Ridendo"

Sono sicura che lei conosca questa frase.(se io sono vecchia lei non e' giovane...)
Era famosa ai miei tempi come linea di demarcazione tra coloro che aspiravano alla sufficienza e coloro destinati al vergognoso "banco degli asini".
Se dovessi trovare una spiegazione del suo operato la farei con questa frase.
Viva i comici che insegnano l'Educazione Civica".
Che perarltro era una materia insegnata ai miei tempi con una buona dose di retorica ( e di conseguenza noiosissima) e il cui abbandono non fece che consensi da tutte le parti, ma che ha in parte generato la situazione attuale.
L'Italiano medio in fondo NON VUOLE essere un cittadino.
Vuole andare a votare per chi gli promette di piu' e poi aspetta.
E si arrabbia se le promesse non vengono mantenute.
Se fosse un vero cittadino prima di votare chiederebbe come e quando cio' che viene promesso puo' e sara' mantenuto.
Cioe' voterebbe piu' "criticamente" e forse voterebbe meglio...
E' come colui che consegna i suoi risparmi alla Banca e li investe in obbligazioni che rendono cifre favolose, senza preoccuparsi minimamente di verificare come e quando e perche'.
L'Italiano medio non e' critico perche' nessuno gli ha insegnato ad esserlo.
Gli hanno insegnato a credere nella Provvidenza, in Padre Pio e nei miracoli.
E lui ci crede.
Cosi' fermamente che tende a ripetere gli stessi errori piu' di una volta.
E il suo compito e' quello di svegliare il cittadino medio.
Nel modo migliore: ridendo...

Non condivido al 100% quello che lei pensa, ma condivido il suo operato.
Non e' vero che il 60% degli Italiani voterebbe per lei: sarebbe il 90% (ci sono sempre gli irriducibili...)
Mia madre (83 anni) mi ha chiesto quando poteva votare per Grillo...
Post a Comment
 
ss_blog_claim=a290fbfb2dabf576491bbfbeda3c15bc